Mousse al muesli con smoothie di fragole ..food bloggers,queste strane creature !

                        


                        



La food-blogger,ha un'amica del cuore,
non e' quella che le sta accanto durante la malattia,
neanche quella che le presta le  Jimmy Choo per una serata speciale,
neanche quella che le ha fatto da testimone di nozze.

La migliore amica della food-blogger e' quella che in caso di assenza prolungata da casa,cura e rinfresca amorevolmente Pinella....la sua adorata pasta madre!

Se una volta nella vita vi e' stata affidata  la pasta madre da rinfrescare,
siate fiere di voi,
significa che avete meritato  la  massima fiducia della fb ,
quindi potrete chiederle in futuro qualsiasi favore che lei fara' di tutto per ricambiare.

La food-blogger,oltre alla migliore amica custode della pasta madre,
ha un'altra migliore amica,che lei cerca,rincorre,ama,desidera piu' di qualsiasi cosa..
la luce!
 
Infatti se la food-blogger cucina al mattino deve essere veloce a preparare il set,
e scattare,perche' poi nel pomeriggio e' difficile (soprattutto in inverno ) avere la luce che desidera e quindi non e' raro vedere alzatine con torte al cioccolato e lamponi posizionati su tavolini davanti alla finestra,
in giardino o balcone anche se fuori ci sono zero gradi e "lei" arrampicata sulla scala per fare la foto dall'alto rischiando di cadere dal terzo piano o  una bella polmonite.
Se ha preparato una perfetta Torta Setteveli ,
ma la luce e' insufficiente, rinuncera' a fotografare e la tornera' a fare finche' non avra' la luce giusta (in questi casi parenti amici e colleghi sono molto felici).
 
La food-blogger,ha anche un migliore amico,
si questa e' la prova che si possono avere veri amici anche di sesso opposto,
il marito/compagno e' un po' geloso delle serate che trascorrono insieme,ma si rassegna perche' sa che a niente  servirebbe arrabbiarsi..l'amico e' lo stesso per tutte..si chiama Google,
e tutte le volte che lei  lo cerca,lui c'e', risponde sempre ai suoi dubbi e sa sempre trovare quello che lei desidera (vuole).

La food-blogger ha un nascondiglio segreto,
no,non e' l'alcova  dove si incontra con l'amante,e' un armadietto dove ripone (leggi:nasconde) le props,
che sono tutti gli ammenicoli che vedete nelle sue foto intorno al piatto.

Canovacci amorevolmente lavati e stirati (solo in qualche caso vedrete il canovaccio buttato con non-chalance.. non fatevi ingannare,ci sara' voluta almeno mezz'ora a farlo sembrare stropicciato come lo vuole lei!),

Tovaglioli,stoffine americane,nonche' juta,nastri ,
o qualche centrino casualmente caduto dall'armadio
della nonna/suocera/zia nella sua borsa ..o scovato in qualche mercatino.

Posatine vecchie,antiche,tutte diverse con manico decorato e possibilmente ossidato,(guai a chi osa sfregarle e togliere l'ossidazione,potreste andare incontro alle ire piu' terribili!)

Piattini da dessert,perche' i piatti da portata sono molto grandi e faticano a stare nell'inquadratura ,alzatine,cestini,brocchette,ciotoline,bicchierini..tutti piccoli  come quelli dei sette nani.
Diversi..preziosissimi puliti,lavati e riposti con un amore degno dell'erede al trono.

Se qualcuno osa,anche per sbaglio avvicinarsi e aprire al mobiletto delle props rischia una morte lenta e dolorosa,ma se siete una persona cara forse non vi uccidera' ma aspettatevi la sua vendetta.

Se una volta e' capitato che vi abbia detto la frase "per favore prendimi il piattino/cucchiaino da "quel" mobiletto"..non toccate altro!
il suo cuore smette di battere fino al momento in cui lo richiudete,e mi raccomando tenete in mano l'oggetto con la stessa cura che avreste per il Santo Graal.

La food-blogger ha un desiderio (a meno che non abbia un blog dedicato esclusivamente ai dolci),sarebbe quello di pubblicare delle foto di bei piatti di pasta,arrosti dorati e insalate,ma raramente lo fa anche se ha belle foto pronte,
questo perche' la blogsfera e' popolata da golosoni!
infatti se si pubblica un banale budino su un bel piattino ha comunque piu' visualizzazioni di un bel piatto di fumanti lasagne!

Cosa desidera di regalo la food blogger??
l'ultimo profumo di Dior?la borsa griffata?
un gioiello?
no!questi sono regali per comuni mortali di sesso femminile!
il regalo ideale per lei e' un pacchettino con piattini,posatine ecc tutti diversi,usati o nuovi non ha importanza..ma assolutamente belli,
un campionario di tessuti in piccole metrature (non stampati!!..solo tinti in filo!)
o anche in tinta unita..dei bei pezzetti di lino grezzo,
azzurro polvere tenue
(da non confondere con l'azzurro baby),
rosa peonia (da non confondere con il rosa tenue
giallo narciso chiaro
(da non confondere con il giallo primario).
bianco magnolia
(da non confondere con il bianco).
Questo solo per la stagione primavera-estate,per l'autunno-inverno predilige
altri colori,come il corda bagnata,il verde tundra e l'avorio giovane .

Sappiate che  con l'ultimo attrezzo Hi-tech  indispensabile in cucina potrete conquistare la sua simpatia,
ma se dovete farvi perdonare qualcosa e ve lo potete permettere..con l'ultimo modello  KA o KE (per chi non capisse puo' guardare qui e qui)
ovviamente Rosa (questo anche rosa baby va bene!)..la stenderete letteralmente ai vostri piedi.

Se non osate cimentarvi in regali di questo tipo,per paura di sbagliare l'unica cosa per cui la food blogger tradisce la cucina sono i viaggi,
si,per i viaggi lei trascura anche il suo amato blog,anche se ovviamente nel momento dell'atterraggio in terra straniera il suo tour e' un po' diverso dal solito,
ad esempio a Barcellona prima di andare a visitare la Cattedrale della Sagrada Familla certamente andra' alla Boqueria..il mercato .

I suoi souvenirs..saranno sali,spezie,legumi introvabili nella sua citta' oppure altri oggetti  particolari ...tutto solo e comunque legato alla cucina e  alla food-photography.

La food-blogger fortunatamante ha scoperto la sua passione nell'era digitale,
per la scegliere  foto di un muffin  fa tranquillamente 50 scatti,
a voi sembreranno tutti uguali,lei li vede tutti diversi.

La piu' bella giornata della food blogger,e' quella che capita se passando casualmente davanti a una casa pericolante,o a un cantiere abbandonato,
trova una vecchia ascia marcia e incrostata di qualsiasi cosa,
ma della misura adatta come sfondo per le foto,
lei rischia il tetano perche' mai avra' un paio di guanti con se',ma con gioia e gaudio se la portera' a casa la lavera' e forse pitturera' ammirandola come se stesse restaurando un Miro'.

La food blogger e' una passionaria,
si commuove facilmente,ha la lacrima facile specialmente quando vede che altre food bloggers e amici vanno a visitare il suo blog e le lasciano un commento,
il commento in questione puo' essere: "CIAO" o "wndgfeirznyr"..lei si commuovera'..e sui social quando e se  arriva un vostro like,potrebbe genuflettersi come se foste la giuria del Cordon Bleu.

La food blogger
oggi vi offre,questa mousse che profuma di primavera,
e spera che sia benaugurante,perche' e' gia' scocciata delle giornate grigie!

Ingredienti per 4 coppette monoporzione :

250 ml.di panna fresca,
125 ml.di yogurt naturale  non compatto,
350 g.di fragole,
5 cucchiai di muesli ,
il succo di mezzo limone,
120 g.di zucchero extrafine,
2 fogli di colla di pesce o 1 cucchiaino raso di fiocchi di agar agar.

Mettete i fogli di colla di pesce in ammollo in acqua fredda.

Appartate qualche fragola per la decorazione,
lavate e asciugate le altre e mettetele nel bicchiere del frullatore  con 2 cucchiai rasi di zucchero e il succo di limone,frullate fino ad ottenere una purea fluida,e mettetene in frigo circa meta' coperto la con pellicola .

Versate in un pentolino 3 cucchiai di panna, il resto montatela  e unitela delicatamente  al composto di yogurt e fragole.

Scaldate la panna appartata e scioglietevi la colla di pesce ben strizzata,
appena e' sciolta unitela alla crema.

Aggiungete il muesli ,mescolate e suddividete il composto nelle coppette,e posizionatele nella parte bassa del frigo per 2 ore.

quando la crema sara' ben soda ,suddividete nelle coppette anche lo smoothie, decorate con le fragole intere e servite.

Note: il muesli non deve essere con frutta essiccata tipo uvetta e cocco,
ma solo con frutta secca a guscio,io ho usato quello al miele di Viviverde coop.

L'ho preparato anche in versione light,al posto dello zucchero ho usato stevida,
e ho sostituito la panna fresca con panna di cocco, e' squisito !

ciao!






Commenti

  1. Muoio. Siamo tutte uguali. :-)) ma poi, sto bianco magnolia, com'è?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehh il bianco magnolia,e' bianco ma non e' bianco,ha una lievisssssima tendenza al panna,ma senza tendenza al giallino e neanche all'avorio!chiaro no??
      :-D
      ciao Elisabetta!

      Elimina
  2. Simo... Potevi dirlo che stavi preparando un mio "profilo" hihihihihii. Adoooooro questo post!
    Un abbraccio e buon weekend

    RispondiElimina
  3. ciao Michela!..dopo averti conosciuto,ho capito che non sono il solo caso grave in circolo!
    meglio no?
    bacioni e buon we anche a te!

    RispondiElimina
  4. ahahahah sei fortissima!!
    Un saluto

    RispondiElimina
  5. ma se ti dico che hai descritto me ci credi?secondo me siamo tutte troppo uguali!!
    questa mousse mi piace già...
    felice week-end

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Barbara!..se fossi venuta a Bologna all'incontro del pollaio emiliano,avresti visto con i tuoi occhi..tutte uguali!

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari